Cosa fare a LONDRA con i bambini

Sono stata per un periodo piuttosto lungo a Londra, avendo avuto la fortuna di avere cari amici che ci hanno ceduto la loro casa mentre erano in vacanza.

In generale ho trovato una città kids friendly, molto facile da girare e con tantissime proposte per tutte le fasce di età, con il vantaggio anche di essere fresca in estate e quindi vivibile a tutte le ore.

Non vi racconterò dei musei o delle attrazioni più famose da vedere (quelle le trovate su qualsiasi guida 😉) ma vi darò qualche dritta “da mamma” su COS’ALTRO fare con i bambini a Londra

1. Pic-nic nei parchi. Per i londinesi è un rito irrinunciabile nel week-end. Arrivano attrezzatissimi, con coperte, cestini di vimini per il picnic (sì, ecco dove li usano!) e giochi per i bambini. Noi ovviamente avevamo un assetto più spartano, ma ai miei bambini è piaciuto un sacco. Di parchi ce ne sono moltissimi, sono enormi e sono in generale tenuti molto bene. Puliti, con grandi prati (e nessuna cacca di cane, incredibile!!), panchine, fontane, fiori. Quello che ho notato però è che non ci sono molti parchi-gioco (playground), quindi meglio attrezzarsi con palle, fresbee o giochi da fare all’aperto.

              

 

 

 

2. Giro in barca sui canali. Sì, oltre al Tamigi – sui cui organizzano mini-crociere – ci sono una serie di canali più piccoli (simili ai Navigli di Milano), su cui si può navigare in sicurezza e in autonomia noleggiando la propria piccola barca. È un’esperienza divertente, molto meno “di massa” della crociera sul fiume, e che emoziona un sacco i bambini (possono anche tenere il timone!). Per info e prenotare: Goboat  

3. Wow. Il più grande negozio di giocattoli del mondo. Beh, immancabile un giro da Hamleys, il “tempio” del gioco: 3 piani tutti dedicati a ogni possibile forma di divertimento inscatolabile per bambini. La cosa che mi piace di più di questo negozio, sono le dimostrazioni “live”, in cui i ragazzi dello staff ti mostrano come funzionano le ultime novità e te le fanno sperimentare. Ovviamente io le ho comprate quasi tutte (anche se ovviamente a casa i giochi non erano più così facili come sembravano in negozio 😬), e sono tornata bambina!

4. Dare da mangiare agli scoiattoli ad Hyde Park. Una esperienza che difficilmente dimenticherà il mio 7enne. Basta camminare lungo i sentieri del parco per incontrare questi simpatici animali che qui sono abituati agli incontri con gli umani e si lasciano avvicinare. Se poi hai una manciata di semi da mettere sulla manina… il gioco è fatto!

5. Visitare lo zoo di Londra. Inizialmente ero un po’ titubante: ne abbiamo visti tanti, mi sembrava di perdere tempo (e pure un sacco di soldi!), invece mi sono ricreduta. Lo zoo di Londra (che si trova all’interno di Regent’s Park, facilmente raggiungibile con la metro) è davvero molto bello e particolare. Pensate che è il più antico zoo scientifico del mondo! Negli ultimi anni è stato rinnovato in molte parti e oggi ogni area geografica ha una sua ambientazione, scenografia, suggestiva. Possibili molti “incontri ravvicinati”: ad esempio a noi sono piaciuti tantissimo i lemuri (come non adorarli dopo aver conosciuto Re Julien di Madagascar? 😄). AH, ho scoperto che si può anche dormire all’interno in lodge very cool! Per info e prenotazioni visita il sito dello zoo

6. Nel mega parco-giochi di Lady DianaAll’interno dei Kensigton Gardens sorge il Diana Memorial Playground: uno spazio PUBBLICO, quindi assolutamente gratuito, con giochi per bambini davvero spettacolare. Un vero galeone dei pirati con sabbia tutto intorno, una zona dove “produrre” musica con elementi naturali, un villaggio di tende degli indiani, uno tutto di casette di legno… un luogo incantevole, in memoria della amatissima Lady Diana.

 

 

 

 

 

 

 

 

7. Provare tutte le cucine del mondo. Per fortuna i miei figli non hanno paura di scoprire nuovi sapori (anche se ovviamente non sempre incontrano i loro gusti!). Qui c’è la possibilità di andare ogni sera in un ristorante etnico diverso e, per quello che ho sperimentato io, dal gusto autentico (anche perché, diciamolo, la cucina britannica non è che sia il non-plus-ultra 🤢). Appunto positivo: a Londra quasi tutti i ristoranti hanno seggioloni, zona cambio, baby menu e set-gioco a tavola per i bambini!

8. Immergersi nella campagna inglese. A 1 ora e mezza di macchina (o di treno) da Londra c’è la famosa countryside inglese, il Kent. Una zona da loro definita “area of outstanding natural beauty” e per questo protetta. Noi abbiamo azzardato l’affitto dell’auto (anche se la guida dalla parte opposta richiede davvero una forte concentrazione 😅) e siamo stati a Canterbury (un gioiellino) e sull’oceano (vento vento vento 😣… e ostriche ostriche ostriche 😋). Abbiamo alloggiato in un meraviglioso hotel storico in mezzo alla campagna con lodge di legno indipendenti (Broome Park Hotel): perfetto per le famiglie.

9. Giocare a ping-pong sui tavoli pubblici. Beh ok, non è una cosa che “vale il viaggio”, ma è la cosa che più è rimasta impressa al mio 7enne! In giro per la città sono stati installati dei tavoli con rete fissa in cui chiunque può giocare. Noi ormai giravamo con racchette e palline nella borsa!

10. Salutare Paddington. Personalmente è uno dei film che più ho amato (sì io, io, non i miei figli!!). Quindi ero curiosa di vedere la famosa Paddington Station dove tutto è iniziato! In realtà non c’è molto da vedere se non i binari, una statua dell’orso e l’immancabile negozio di gadget a lui dedicato. Ma potevamo farci mancare la foto con la nostra star preferita? 😍

 

Spero che questi consigli possano esservi utili per vedere Londra… con gli occhi dei bambini! Quindi family… enjoy London!

Leave a Reply